https://www.fgm04.com/wp-content/uploads/2018/06/Foto-COPERTINA-Adipe-o-Cellulite.jpg

Adiposità localizzata e cellulite: sai distinguerle?

Quante volte, guardandoci allo specchio, ci siamo chieste “ma questi cuscinetti sono grasso o cellulite?”. Con l’arrivo dell’estate la forma fisica diventa un’osservata speciale, e raggiungere la silhouette desiderata è una vera e propria missione.
Una battaglia che deve cominciare con la conoscenza del nemico. Eppure, per quanto se ne parli, distinguere l’adiposità localizzata dalla cellulite non è così facile, soprattutto quando non abbiamo ben chiare le differenze.
Anche se molto diversi tra loro, infatti, questi disturbi si localizzano nelle stesse zone del corpo e, al primo sguardo, sembrano piuttosto simili.
Il primo passo per ritrovare benessere e leggerezza? Imparare a distinguerli, per combatterli in modo efficace!

Adiposità localizzata e cellulite: scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere!

L’adiposità localizzata è un accumulo di tessuto grasso in particolari zone del corpo e varia a seconda della conformazione fisica. Una patologia che si concretizza in un incremento del volume e del numero degli adipociti, senza però alterazioni della struttura cellulare o della microcircolazione locale. Un aumento di tessuto adiposo “sano” che, però, non comporta né dolore né alterazioni cutanee.
Se pensate che sia un problema solo femminile, vi sbagliate.

L’adiposità, anche se in zone diverse, colpisce entrambi i sessi.

Nella donna le parti più segnate sono i fianchi, il ventre, le cosce e l’area interna del ginocchio. Tutte quelle zone che ci fanno optare per un bel vestito comodo piuttosto che per un tubino attillato.

Nell’uomo, invece, i depositi adiposi si accumulano prevalentemente a livello addominale. Un problema concreto, soprattutto per chi spera di arrivare sulle spiagge con un’invidiabile tartaruga.

Se si parla di cellulite si intende, invece, una vera e propria patologia che, a differenza dell’adiposità localizzata, colpisce prevalentemente il sesso femminile: un’infiammazione delle cellule del tessuto adiposo e della microcircolazione locale, che porta ad un aumento di acido ialuronico e quindi ad un maggior richiamo di acqua. Le cause: spesso genetiche ed ereditarie, talvolta ormonali, in alcuni casi legate ad abitudini scorrette, come fumo e sedentarietà, che sclerotizzano i tessuti.

Tanta o poca che sia, la cellulite è uno degli inestetismi più odiati e combattuti dalle donne, temuta proprio per il suo approccio “democratico”. La cellulite, infatti, può comparire anche in persone magre e di età giovane, senza nessuna esclusione, facendo capolino dopo la pubertà e peggiorando con l’avanzare degli anni.

Un fenomeno che si localizza principalmente sui glutei e sulle cosce e che tende a presentarsi con il tipico aspetto “a buccia d’arancia”. Con il tempo, poi, può arrivare anche a formare delle irregolarità più profonde, causando dei veri e propri “buchi” sulla cute, dolorosi al tatto. Un incubo, soprattutto in vista dell’estate.

Adiposità localizzata o cellulite? Un identikit completo in tre mosse!

Adesso che abbiamo definito adiposità localizzata e cellulite, impariamo a riconoscerle, prestando sempre attenzione a tre fattori: aspetto, localizzazione e compressione.

Nel caso di accumuli adiposi è bene ricordare che le cellule, anche se piene di lipidi, sono vitali e reattive agli stimoli.
Ecco nel dettaglio come si presenta l’adiposità localizzata.
Aspetto: la pelle risulta liscia e tonica con una temperatura normale. Non c’è né un aumento di calore, né un raffreddamento della parte.
Localizzazione: generalmente si colloca nella zona dei fianchi, della pancia, delle ginocchia, ma anche nelle cosce, sul dorso e sulle braccia. Una distribuzione diffusa che interessa tutto il corpo.
Compressione: al tatto, comprimendo la parte, la pelle non presenta la classica buccia d’arancia e non si prova nessuna sensazione di dolore.

In caso di cellulite, invece, si parla di un vero e proprio stato infiammatorio delle cellule che comporta una riduzione dell’ossigeno nei tessuti e il conseguente accumulo di acqua e di scorie. Nasce, così, la ritenzione idrica che, nel tempo, genera cuscinetti infiammati e irrigidisce le zone sottocutanee.
Ecco come si riconosce.
Aspetto: il tessuto infiammato si presenta con un colorito spento, la pelle è più fredda del normale e perde elasticità. Aumentano i capillari evidenti e compare la classica “buccia d’arancia”.
Localizzazione: le zone tipiche in cui si forma la cellulite sono le cosce, i glutei e l’interno del ginocchio. I punti più temuti dalle donne e anche i più esposti durante la bella stagione!
Compressione: comprimendo la parte colpita dalla cellulite si prova dolore, che può variare di intensità a seconda dello stadio dell’infiammazione. Rullando la cute tra le dita, inoltre, noterete la presenza di noduli di diverse dimensioni.

Alimentazione controllata e buone abitudini: adiposità localizzata e cellulite hanno le ore contate

Il benessere parte sempre da dentro: alla base di un corpo sano, libero da adipe, da ritenzione idrica e da conseguente cellulite, non può mancare una corretta ed equilibrata alimentazione.
Frutta e verdura sono le compagne migliori per dichiarare guerra agli inestetismi, perché ricche di sali minerali e vitamine. In vista della bella stagione portate in tavola alimenti diuretici, come asparagi e cetrioli, indicati per eliminare le tossine dal corpo. Contro l’adiposità localizzata, inoltre, affidatevi ai germogli di soia: ricchi di vitamine e poveri di calorie, aiutano il buon funzionamento del fegato e favoriscono la circolazione sanguigna. Per alleggerire i tessuti, poi, dite addio a sale e zucchero in eccesso: il primo aumenta la ritenzione idrica – e aggrava la cellulite – il secondo sovraccarica il fegato che lo trasforma immediatamente in grasso. Ma non solo! L’acqua, meglio se alcalina, è l’alleata numero uno del nostro corpo per contrastare la ritenzione idrica, favorire il drenaggio ed eliminare le scorie dall’organismo.
Sparecchiata la tavola, curate lo stile di vita: al bando le cattive abitudini come il fumo – la nicotina danneggia le cellule e produce radicali liberi – non esagerate con i super alcolici – l’alcol affatica il fegato e compromette la microcircolazione – e, infine, tenete lontano lo stress.

Arrivano i nostri!

Se contro adiposità localizzata e cellulite avevate paura di dover fare proprio tutto da sole, non temete: la cosmesi professionale firmata FGM04 è sempre al vostro fianco.

In caso di adiposità localizzata provate il nuovissimo Fango Caldo: un vero mix benefico di principi attivi per contrastare gli inestetismi degli accumuli di grasso e per riattivare la microcircolazione rinforzando i capillari, grazie all’estratto di mirtillo. Pelle immediatamente setosa e molto più tonica. A prova di tocco!
Oltre all’estratto di mirtillo il Fango Caldo di FGM04 contiene:
estratto di ginkgo biloba che, come il mirtillo, riattiva la circolazione;
estratto di guaranà e di zedoaria, ad azione lipolitica, rassodante e purificante;
estratto di te verde, stimolante e drenante;
capsico, riattivante e stimolante.
Come Adipe KO, studiato appositamente percontrastare gli inestetismi causati dall’accumulo di grassosottocutaneo. Abbinato ad una dieta sana, Adipe KO riattiva il metabolismo delle cellule, accelera l’eliminazione dei grassi più tenaci e definisce la pelle dell’addome e dei fianchi, rendendola più tonica.
Adipe KO è un prodotto innovativo ed efficace, ricco di principi attivi tra cui:
arginina, dal potere idratante e elasticizzante;
creatina, olio resinato di capsico e teobromina, stimolanti del metabolismo dei grassi;
taurina e valina, ad azione antiossidante;
caffeinache favorisce lo scioglimento dei grassi;
visnadine e fosfatidilcolina, che attivano il processo di lipolisi;
estratto di ippocastano, che migliora la circolazione e protegge i vasi sanguigni indeboliti;
edera, per tonificare;
olio di crusca di riso che svolge un’azione emolliente e nutriente.

Se il problema, invece, è la cellulite un valido aiuto arriva da CellKO. Un gel cosmetico ideato appositamente da FGM04 per riattivare la circolazione e ridurre gli inestetismi causati dalla ritenzione idrica, specialmente localizzati su cosce e glutei.
Un prodotto pensato per l’universo femminile, composto da:
caffeina, stimolante e drenante;
vanillyl butyl ether per accendere la circolazione;
escina, esperidina e diosmina, un trio vincente contro la cellulite e la fragilità capillare.
Ideale su cosce, glutei e fianchi, regala una pelle setosa, visibilmente tonica e…profumata!

Dieta sana, vita equilibrata e qualche aiuto dalla cosmesi: ecco la ricetta per un corpo in salute e sempre al top, libero da adiposità localizzata e da cellulite!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POSSIAMO AIUTARTI? info@fgm04.com
tel.: +39 059.567893
+39 393.4542587